TORNA MENU'

DISTRETTO 108 IB2

DIPARTIMENTO AMBIENTE

Coordinatore: CESARE CIBALDI

telef. : +39 336302974  

Email: cesarecibaldi@gmail.com

 

SERVICE AMBIENTALI

Durante la conferenza di un ricercatore del Centro Europeo per l’Ambiente di ISPRA, ho visto il pianeta terra in una fotografia scattata dal telescopio della sonda voyager, lanciata verso alfa centauri, che dista 5000 anni luce, e che si trova ormai oltre il sistema solare a circa 14 milioni di km.

Era un puntino quasi invisibile disperso nello spazio infinito.

Un’astronave che non può attingere risorse da nulla, se non dall’energia che riceve quotidianamente dal sole, e che nei suoi 7 miliardi d’anni d’esistenza ha raggiunto un equilibrio che ha permesso l’esplosione della vita in tutte le sue straordinarie ed affascinanti forme.

Ho visto la terra dalle fotografie scattate dagli astronauti che hanno avuto il privilegio di vederla dalla luna e mi è apparsa bellissima, con gli incantevoli colori che la contraddistinguono, unica nell’universo.

L’ho vista nei filmati ripresi dai ricercatori che si sono alternati sulla stazione spaziale internazionale che ruota intorno alla terra: meraviglioso susseguirsi di albe e tramonti e di visioni ravvicinate di città, di notte illuminate come stelle, a ricordarci di quanti uomini vivano concentrati in spazi ristretti: miliardi di persone che, consumando insensatamente le risorse, stanno modificando rapidamente gli equilibri vitali del nostro pianeta.

A chiunque abbia una minima capacità d’osservazione, non sarà sfuggito il rapido cambiamento climatico degli ultimi vent’anni, che la scienza inesorabilmente attribuisce alle attività di sfruttamento forsennato delle risorse planetarie da parte dell’umanità egoista ed insaziabile, tant’è che il periodo incominciato dal 1800 è oggi definito ANTROPOCENE: una nuova era geologica, che probabilmente terminerà entro 100 anni, se continueremo l’insostenibile sfruttamento attuale.

Purtroppo ci attendono immani catastrofi, che l’umanità pagherà a caro prezzo: probabile estinzione totale o perdita del 70 % della popolazione globale o atterraggio morbido, solo se cambieremo radicalmente il nostro approccio verso l’ambiente, proteggendolo invece di sfruttarlo insensatamente.

 

I Lions non possono ignorare questa situazione! Perciò devono adoperarsi per salvaguardare l’ambiente (la nostra navicella spaziale) per garantire la vita ai nostri discendenti.

Anche il più piccolo contributo è importante, perché significa interesse per l’ambiente e quindi sensibilità, che può essere trasmessa in modo virale a tutta l’umanità a salvaguardia del nostro futuro.

Meditiamo, dunque, e non sottraiamoci all’impegno di essere Leader della società per il benessere di tutti.

Grazie fin d’ora per quanto farete.

Cesare Cibaldi

 

Cerimoniere

Sara Barbi

barbigb@virgilio.it

+39 339 6222608

Tesoriere

Luciano Aldo Ferrari

info@studioferrari.eu

+39 335 207188

DIT

Pezzini Gabriele

pezzini.g@mac.com

+39 333 4616869

Segretario

Federica Silistrini

fsilistrini@gmail.com

+39 347 2284492